È stato presentato il rapporto sulle nuove regole per l’etichettatura obbligatoria fissate dalla Commissione Europea. Le nuove regole, in sostanza, prevedono l’indicazione obbligatoria sulle etichette delle bevande alcoliche, quindi anche sulle bottiglie di vino e birra, degli ingredienti usati e del valore nutrizionale. Le aziende avranno un anno di tempo per adeguarsi alle nuove indicazioni. Attualmente le normative generali sull’etichettatura, entrate in vigore nel 2014, risalgono a una direttiva del 2011 che prevedeva l’obbligo di indicare sulle etichette delle bevande e dei cibi sia gli ingredienti che le calorie. La normativa viene ora estesa anche alle bevande alcoliche che, inspiegabilmente, erano state escluse dall’obbligo. 

“Questo rapporto sostiene il diritto dei consumatori nell’Unione europea a essere pienamente informati su cosa bevono: non si è trovata alcuna giustificazione all’assenza della lista di ingredienti sugli alcolici”, ha commentato il commissario europeo alla Sicurezza alimentare, Vytenis Andriukaitis.

Saranno esentate dall’etichettatura obbligatoria le bevande con un grado alcolico inferiore all’1,2 %.

(Fonte: tg24sky)