Una Passeggiata a Giovinazzo

Giovinazzo è un affascinante borgo a nord di Bari e sorge su una piccola penisola protesa sul mare. Il centro cittadino è caratterizzato da un impianto medievale e un porticciuolo che occupa una insenatura naturale.

11A545

Il lungomare si presta a piacevolissime passeggiate e nelle giornate particolarmente limpide è possibile scorgere le luci di Trani e il promontorio del Gargano.

Dal porto di Giovinazzo potete ammirare il Bastione Aragonese del XV secolo chiamato “u fortino” e l’elegante Cattedrale dedicata a Santa Maria Assunta. La chiesa è costruita per volontà della principessa Costanza di Francia per onorare la memoria del marito Boemondo I di Altavilla e fu ultimata nel 1180.

11A507

La Cattedrale è stata rimaneggiata nel corso del XVII e XVIII secolo secondo il gusto barocco e della originaria architettura romanica rimangono solo la cripta e la facciata meridionale.

Addentratevi nel centro più antico della città e sarete abbagliati dai numerosi prospetti delle bianche case in pietra calcarea; una via di accesso al centro storico potrebbe essere l’arco Traiano realizzato forse nel XIV secolo per dare alla città un ingresso trionfale, soffermatevi per ammirare le colonne miliari del II secolo con un testo commemorativo e capitelli medioevali.

11A541

Seguendo la strada principale recatevi nella Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, internamente custodisce un altare maggiore con il quadro della Vergine dell’Odegitria e il dipinto di San Michele. Sulla facciata centrale vi è lo stemma di San Tommaso Apostolo, patrono della cittadina e la statua in pietra di San Cristoforo, opera dello scultore giovinazzese Antonio Altieri.

Altre opere di ottima fattura sono conservate nella piccola Chiesa di Santa Maria del Carmine, si tratta di dipinti del XVII e XVIII e nella Chiesa di San Giovanni Battista dove si ammirano statue lignee del XV e XVI secolo.

Giovinazzo ospita anche eleganti palazzi d’epoca come il Palazzo Ducale voluto dal duca Niccolò Giudice; l’elegante corte e la balconata sul mare evocano ricordi d’altri tempi,

Palazzo Lupis del XIII secolo accoglie una bellissima scalinata impreziosita da bassorilievi raffiguranti putti e musici.

Palazzo Zurlo è appartenuto per molto tempo alla famiglia Zurlo della quale si ricorda la figura del capitano Francesco, giudice nella disfida di Barletta; probabilmente il palazzo è stato la sede del feudatario della città o del governatore regio.

Palazzo Saraceno è un bellissimo esempio di architettura civile rinascimentale del XV secolo; l’edificio è ricco di stemmi, iscrizioni, zoccolature a bugnato e eleganti finestre su un bel giardino pensile.

Il manufatto è stato ampiamente utilizzato e nei tempi più recenti era la sede del telegrafo e delle poste.

Per una sosta rigenerante potete scegliere tra i numerosi locali lungo le vie del centro o sulle mura , dalle quali avrete una bellissima vista sul mare.

Condividi!


Le cantine da visitare